CPIA 1 BRESCIA

Centro Provinciale Istruzione Adulti
Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca

PROMOZIONE DELLA QUALITÀ DEI PROCESSI FORMATIVI (PROGETTAZIONE E INNOVAZIONE DEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO, INDIVIDUALI E COLLETTIVI)

È l’area che identifica l’offerta formativa della scuola coerente con i bisogni degli studenti, delle
famiglie e del territorio. Data la complessità del mondo scolastico, la realizzazione di tale offerta
passa attraverso processi e decisioni connessi a:

  • promozione dell’identificazione nel progetto da parte di tutti gli interlocutori interni ed esterni e realizzazione dello stesso nell’offerta didattica e nella vita quotidiana della scuola;
  • costruzione di relazioni solide e proficue per coinvolgere operativamente tutti gli interlocutori (compresi gli studenti, se si fa riferimento alla scuola superiore) nella progettualità e nella visione della scuola, nonché per sviluppare identificazione ed appartenenza rispetto al progetto;

PROMOZIONE DELLA QUALITÀ DEI PROCESSI FORMATIVI (PROGETTAZIONE E INNOVAZIONE DEI PROCESSI DI APPRENDIMENTO, INDIVIDUALI E COLLETTIVI)

  • organizzazione di una struttura che crea, alimenta e realizza l’offerta formativa definita (corsi, metodologie didattiche per le diverse tipologie di studenti e di esigenze, metodologie per la misurazione, per la verifica e per la valutazione dei livelli di apprendimento, della qualità dei progetti…);
  • monitoraggio e valutazione della qualità e dell’efficacia dell’erogazione dell’offerta formativa;
  • pubblicizzazione degli esiti e disseminazione dei processi e delle esperienze;
  • guida da parte del DS attraverso la presenza, l’esempio e la coerenza nel prendere decisioni nella quotidianità.

DIREZIONE, COORDINAMENTO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE DELL’ISTITUTO

È l’area nella quale il ruolo del DS si declina in termini relazionali all’interno della scuola, ovvero è l’area nella quale il DS esprime la propria funzione di leadership in un mondo complesso e variegato i rapporti, di vincoli amministrativi, normativi e burocratici. I processi e le decisioni connessi a questa area  possono essere:

  • Promozione della motivazione del personale docente e ATA, mediante molteplici strumenti e, fondamentalmente, attraverso un atteggiamento di apertura, di ascolto, di confronto, di valorizzazione, di mirata assegnazione di compiti, di esempio e di controllo;

DIREZIONE, COORDINAMENTO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE DELL’ISTITUTO

  • costruzione e gestione del clima dell’Istituto;
  • identificazione dei bisogni formativi e facilitazione della formazione del personale docente e ATA;
  • gestione delle relazioni con RSU;
  • espletamento, monitoraggio e valutazione delle attività amministrative relative al personale docente e ATA (contratti, adempimenti amministrativi, nomina supplenti…).

RELAZIONI ESTERNE, COLLABORAZIONE CON SOGGETTI ISTITUZIONALI, CULTURALI, PROFESSIONALI, SOCIALI ED ECONOMICI DEL TERRITORIO

È l’area nella quale il ruolo del DS si declina in termini relazionali sul fronte esterno, rispetto alla
varietà degli interlocutori politici, sociali ed economici. Le relazioni sono impostate e gestite in
modo da:

  • ricercare risorse finanziarie aggiuntive;
  • individuare opportunità formative per gli studenti;
  • accrescere l’apertura e l’integrazione della scuola con il mondo esterno, per costruire un contesto formativo integrato;
  • affermare la scuola come interlocutore autorevole e visibile nel tessuto culturale, civile e socio economico.

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE E STRUMENTALI E CONTROLLO DI GESTIONE

È l’area nella quale si colloca la gestione amministrativa ed economica della scuola. Essa è funzionale alla costruzione del contesto didattico e dell’offerta formativa.

In questa area rientrano attività, processi e decisioni connessi a:

  • allocare, gestire e monitorare le risorse in modo trasparente;
  • gestire e sviluppare le risorse strumentali;
  • monitorare e supervisionare le attività di segreteria;
  • gestire i problemi connessi a privacy e sicurezza.